Cura l’orzaiolo in 5 mosse e rapidamente. Scopri come

I rimedi più efficaci per curare ed eliminare l’orzaiolo rapidamente

Tanti viaggi in pochi giorni, aria fredda e un pò di stress ed ecco che mi ritrovo con l’orzaiolo. Questo è uno di quegli articoli che mi capita di scrivere proprio a seguito di una conseguenza.

L’orzaiolo è un’infezione che sarà capitata quasi a tutti e più volte ma a volte ci si dimentica di alcuni accorgimenti. Quindi con l’occhio gonfio dall’orzaiolo, mi ritrovo a scrivere questo articolo in modo da mettere per iscritto alcuni rimedi validi sempre.

Ecco le 5 cose +1 da sapere su come eliminare l’orzaiolo.

1) Pulire accuratamente

Un orzaiolo è un rigonfiamento doloroso e rosso, simile a un brufolo, che si forma sul bordo della palpebra. A volte il follicolo delle ciglia o la ghiandola sebacea della palpebra si infetta. Proprio per questo la prima cosa da fare è lavare accuratamente le mani e pulire la zona con un batuffolo di cotone e dell’acqua tiepida. Dopo aver depurato la zona asciuga tamponando l’occhio e senza strofinare.

2) No touch

Evita qualsiasi tipo di contatto con corpi esterni. Se porti le lenti a contatto prediligi l’uso degli occhiali, non utilizzare make up o creme ed evita assolutamente di toccare la zona infiammata con le mani. Se necessiti di grattarti utilizza con cautela un bastoncino di ovatta ben pulito.

3) Gli impacchi della nonna, funzionano sempre!

Non c’è nulla di più efficace degli impacchi della nonna. Immergi un asciugamano in dell’acqua tiepida e appoggialo sull’occhio lasciandolo in posizione per 5-10 minuti. Una volta raffreddato ripeti l’applicazione con un nuovo panno. Il calore aiuterà a sgonfiare l’occhio e a diminuire il senso di pesantezza creato dall’orzaiolo. In alternativa puoi anche utilizzare bustine di tè calde o di camomilla (non bollenti), che sono altrettanto efficaci dell’impacco.

4) La potenza della natura

Usa l’aloe vera per ridurre il gonfiore e l’arrossamento. Applica un batuffolo di cotone imbevuto di gel. Funzionano anche le patate se frullate quasi come a creare una crema. Anche le foglie di guaiava sono un potente antisettico ed antimicrobico e i loro benefici si ottengono quando immerse in acqua calda. L’applicazione ottimale sarebbe quella di mettere queste foglie in acqua bollente ma non è semplicissima da trovare in commercio. Come per l’aloe, meglio comprare l’essenza già pronta e applicarla direttamente con l’aiuto di un batuffolo.

5) Tempo di bucato

Con l’orzaiolo è bene evitare che ulteriori germi e batteri peggiorino la situazione. Cambia lenzuola e federe in modo da evitare arrossamenti e irritazioni.

Forse non tutti sanno che…

Strofinare dell’oro (magari una fede) su un panno o applicare un cucchiaino riscaldato, aiuta a togliere l’orzaiolo in poche ore. Il principio é sempre lo stesso: il calore riduce il rigonfiamento e place il rossore.

IMPORTANTE

Se il fastidio dovesse durare di più di 7/10 giorni ti consiglio di contattare un medico per una diagnosi accurata.

Facebooktwitter

Commenti